Connect
To Top

TAMMURRIATA a SCAMPIA

Tammurriata a scampia

Progetto„VALORIZZAZIONE DELLE PERIFERIE“ – TAMMORRE A SCAMPIA
01 ottobre 2016 – Piazza Giovanni XXIII – Scampia (NA)

La sottoscritta Antonella Leardi nella qualità di Presidente dell’Associazione Ciro Vive onlus con sede in Scampia (NA) al Viale della Resistenza – Centro Polifunzionale.
L’Associazione CIRO VIVE onlus, sente l’esigenza di contribuire a far emergere le qualità positive del territorio di Scampia e dei suoi cittadini.
Alle ore 20 si cala il sipario sulle periferie, il coprifuoco, si spengono le luci, la cittadinanza si chiude nelle mura di casa perchè non ci sono punti d’incontro per i giovani, bambini ed anziani, i territori sono spenti non vivono.
Eppure le periferie sono territori ricchi di parchi, di verde, di spazi, di strutture sportive, biblioteche, teatri ecc…sono ricchi di belle persone lavoratori che si sacrificano con tanto rispetto per quei valori che si stanno disperdendo
La Dispersione Sociale, lotta alla violenza, sensibilizzazione alla Legalità e Dispersione Scolastica, tanti se ne riempiono la bocca ma a nessuno interessa seriamente attivarsi.
L’Associazione CIRO VIVE onlus, presenta un progetto „VALORIZZAZIONE DELLE PERIFERIE“ – TAMMORRE A SCAMPIA, lo scopo è quello di rivitalizzare il territorio attraverso la musica, il ballo ed i canti della TAMMORRA NAPOLETANA che è parte della cultura popolare napoletana.
L’Associazione Ciro Vive onlus, è intenzionata a coinvolgere le associazioni, i comitati e commercianti del territorio dell’VIII Municipalità perchè solo Uniti si vince.
Ogni associazione, comitato o commerciante adotterà un gazebo.
I Gazebi verranno allestiti con la vendita a prezzi popolari di prodotti napoletani e prodotti ricavati dalla coltivazione della terre confiscate alla camorra ed affidate alle associazioni, faranno da coreografia
Il ricavato della serata sottratto dalle spese, verrà investito per un progetto sociale di rivitalizzazione del territorio.
Antonella Leardi
Presidente Associazione Ciro Vive onlus

image

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale