Connect
To Top

Come funziona il risarcimento per gli infortuni in Nazionale

Dal 2012 la Fifa ha istituito il “Fifa Club Protection Programme”, l’assicurazione della Fifa contro gli infortuni in nazionale: il rimborso copre il valore dello stipendio percepito dall’atleta in proporzione ai giorni di stop, a patto che la prognosi sia superiore ai 28 giorni. Ed esiste un tetto annuale e se la somma finisce il rischio è di non ricevere nulla…

Come funziona il Protection Programme

Approvato dal congresso Fifa l’8 giugno di 4 anni fa e prorogato recentemente fino al 31 dicembre 2018, il ‘programme’ copre il valore dello stipendio percepito dall’atleta in proporzione ai giorni di stop, a patto che la prognosi sia superiore ai 28 giorni (per questo per uno stiramento o per un problema come quello di Pjaca il club non riceverà soldi, ndr). Lo stanziamento annuale dalla Fifa per questo fondo è di 80 milioni di euro: finiti quelli, i club non prendono più un centesimo. Il tetto per ogni giocatore non può superare i 7,5 milioni annuali e i 20.548 euro giornalieri: la somma viene calcolata dividendo lo stipendio lordo per 365 e poi moltiplicando per i giorni di assenza per infortunio. Per questo il Milan percepirà quasi 2 milioni di euro mentre il Napoli circa 1,5 milioni per l’infortunio di Milik. Cifre che non ripagano il “danno sportivo” ma che sono comunque un risarcimento (al quale bisogna integrare quello delle assicurazioni private delle singole squadre).

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in News