Connect
To Top

Icardi a Napoli: che rischio abbiamo corso!

Durante il mercato estivo, dopo la partenza di Higuain, più volte è stato avvicinato Icardi al Napoli. Il suo procuratore, nonché moglie, era stata vista anche girare per Napoli. Voci dicevano che De Laurentiis aveva inserito nel contratto anche la partecipazione di Wanda Nara  ed il marito Mauro Icardi, ad un cinepanettone.

Si è discusso tantissimo dell’importo che l’Inter richiedeva per il calciatore. In molti dicevano che la cifra di 60milioni era tantissimo.

Ma oggi alla luce di quanto accaduto in campo a San Siro, striscioni e contestazione contro Icardi, per quanto scritto nella sua autobiografia, mi fanno dire: ci è andata di lusso! L’abbiamo scampata proprio alla grande!

Questa è la frase incriminata scritta nel libro (autobiografia), di Icardi:

“Nello spogliatoio vengo acclamato come un idolo… i dirigenti temevano che i tifosi potessero aspettarmi sotto casa per farmela pagare. Ma io ero stato chiaro: sono pronto ad affrontarli uno ad uno. Forse non sanno che sono cresciuto in uno dei quartieri sud americani con il più alto tasso di criminalità e di morti ammazzati per strada. Quanti sono? cinquanta, cento, duecento? Va bene, registra il mio messaggio, e faglielo sentire: porto cento criminali dall’Argentina che li ammazzano lì sul posto, poi vediamo. Avevo sputato fuori queste frasi esagerate per far capire loro che non ero disposto a farmi piegare dalle minacce”.

Tutto questo nasceva nel dopo partita Sassuolo Inter del 2015, quando ci fu contestazione fra i tifosi dell’Inter e Guarin ed Icardi.

image

Trovo queste frasi molto pericolose, parole che forse sono state dette a caldo in un momento di grosso nervosismo, ma che sono state scritte a freddo e quindi anche studiate e ponderate!

Mi associo a quanto detto dal giornalista Mario Sconcerti nella domenica sportiva. Mi aspetto l’intervento della giustizia sportiva e della giustizia penale. Questo modo di parlare è da veri mafiosi e da tale va trattato Icardi. Forse se il nostro grande Diego non parla bene di questo calciatore, e la nazionale Argentina continua a snobbare Icardi, qualcosa vorrà significare, e non si tratta solo di semplice antipatia o simpatia.

 

16.10.2016 – ore 24,00

IL RUGGITO DEL DIRETTORE

IL RUGGITO DEL DIRETTORE

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale