Connect
To Top

Un grande Mertens

La Juventus ha perso qualcosa e si può rimontare, il Real Madrid non ci fa paura.

L’attaccante del Napoli è molto ambizioso e lancia la sfida: “I bianconeri hanno dei giocatori che sono diventati un po’ più vecchi. Noi ci crediamo e siamo diventati grandi”.

” Rimonta scudetto sulla Juve? Hanno perso qualcosa, hanno dei giocatori che sono diventati un po’ più vecchi. Noi ci crediamo”

Con queste parole, rilasciate al ‘Mattino’, Dries Mertens si prepara a trascinare il Napoli alla rincorsa verso la vittoria del campionato. I partenopei sono, però, concentrati anche sulla Champions e in particolare sulla sfida stellare al Real Madrid di Cristiano Ronaldo: ” Siamo diventati grandi, non abbiamo paura di loro”.

Il belga è esploso tardi ma ora non si vuole più fermare: ” Per me non è cambiato tanto, è successo che ho fatto sette gol tra Cagliari e Torino e sono stato decisivo in Champions. Non sento il peso di essere diventato il simbolo di questo Napoli, perché non credo di essere l’unico: i tifosi amano la maglia e la squadra. Nel Napoli non conta il singolo, ma il gruppo”

Con l’arrivo di Pavoletti e l’imminente ritorno di Milik, Mertens potrebbe abbandonare il ruolo di prima punta: ” Io vorrei continuare a giocare lì, ancora al centro. Ma è una scelta del mister”

L’addio di Higuain, ora avversario alla Juventus, fa discutere anche a distanza di mesi: ” Si fanno delle scelte e bisogna accettarle. Ci sono rimasto male, come tutti. Ma voleva andare via, quindi la cosa non mi riguarda. Noi andiamo avanti senza di lui, così come sta facendo anche lui senza di noi”

L’attaccante belga conclude con un elogio a mister Sarri: ” Juve mentalità vincente? Mi infastidisce. Quando vinci le cose sono più facili ma anche la nostra mentalità dà il senso di una squadra che vuole vincere. Io sono incantato dal gioco di Sarri: è un calcio di dai e vai continui. Quando hai la palla tra i piedi sai sempre quello che devi fare, ovvero attaccare, andare al cross, cercare di fare gol. Sbagliamo ancora certe cose, ma se impariamo a non commettere i soliti errori, possiamo dare filo da torcere a tutti. Il rinnovo con il Napoli? Speriamo, vediamo come va”

Il rapporto con la città di Napoli

” In Belgio io e mia moglie Kat abbiamo degli amici che gestiscono un’agenzia di viaggi e quando un cliente entrava e diceva di voler andare in vacanza a Napoli loro provavano a dissuaderlo. La città è sporca, c’è la mafia. Sono stati qui con noi qualche giorno e ora dicono a tutti quelli che entrano in agenzia di andare a Napoli perché non esiste posto più bello al mondo. Casa mia è un viavai di amici belgi che vengono qui per godersi il sole, la gente e il cibo”.

FONTE: EUROSPORT.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Interviste