Connect
To Top

La Cesport continua a scrivere la storia: la serie A2 ora è una splendida realtà

Una Scandone grondante entusiasmo, come forse non capita di vedere nemmeno nei match clou della serie A1 , e colorata di giallo e blu ha costituito la splendida cornice in cui Zurich Barbato Cesport e Waterpolo Catania si sono affrontate nella battaglia punto a punto che ha promosso in serie A2 la società del presidente Esposito. Crediamo che sia prima di tutto doveroso rivolgere i complimenti alla formazione siciliana che ha confermato il suo notevole valore lottando su ogni palla fino all’ultimo secondo disponibile nel tentativo di riportare la serie in equilibrio. Il finale che negli scorsi due anni aveva sgretolato speranze ed ambizioni partenopee questa volta premia l’impegno e la voglia di vincere che i ragazzi di Fabrizio Rossi sono stati capaci di mettere in acqua nel momento che decideva le sorti di un’intera annata. Gigi Di Costanzo, il fenomeno acquistato lo scorso autunno per fare la differenza, Alessandro Femiano, bomber storico della squadra fin dai suoi primi passi, Vincenzo Di Carluccio, garanzia di risultato positivo per i suoi quando trova la via della rete, Andrea Porro e Ciro Ruocco, unici a segnare in entrambi i confronti decisivi, siglano le reti che valgono la vittoria ma , mai come in questa occasione, possiamo affermare che è la squadra a trionfare nella sua collettività. Pasquale Turiello si esibisce in almeno quattro interventi prodigiosi. Fabrizio Dublino mette a referto una serie di provvidenziali recuperi e duella senza cedere di un centimetro con i due centroboa avversari. Fabio Ronga anticipa il diretto avversario per recuperare palla, è insuperabile in marcatura per gran parte della gara e rilancia l’azione d’attacco. Dario D’Antonio, nonostante il grave infortunio subito, scende in acqua e non fa mancare il suo eccellente contributo soprattutto nella ripartenza. Carlo Simonetti si conferma arma fondamentale nello scacchiere tattico del club vomerese per la duttilità che gli consente di disimpegnarsi in più ruoli. Capitan Dario Esposito e Antonio Vitullo assicurano il cambio di passo intercettando le conclusioni avversarie a braccia protese e lanciandosi poi prontamente negli spazi per l’immediata ripartenza. Adesso è tempo di gioire per lo storico traguardo raggiunto ma siamo certi che un patron lungimirante e scrupoloso come il presidente Esposito si metterà all’opera nel giro di qualche settimana per costruire la rosa che certamente regalerà nuove ed esaltanti soddisfazioni agli appassionati che seguono con affetto e tanto calore  le vicende del sodalizio vomerese

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in News