Connect
To Top

Defoe e Bradley: una bellissima storia

Una storia di altri tempi forse che vogliamo e che ci piace raccontarvi.

Purtroppo non è una storia a lieto fine, ma è una storia che emoziona, che va raccontata e che è da esempio per tutti.

Stiamo parlando della storia del calciatore Jermain Defoe (giocatore militante nelle fila del Bournemouth), ed il piccolo BRADLEY Lowery.

Fra il calciatore Defoe (35 nni) ed il piccolo Bradley di 5 anni malato terminale di cancro, è nata una bellissima amicizia.

In campo Jermain entrava sempre accompagnato dal piccolo Bradley.

Bradley Lowery, a five-year-old suffering from terminal cancer, mascot for the match, gestures as he stands with England's striker Jermain Defoe ahead of the World Cup 2018 qualification football match between England and Lithuania at Wembley Stadium in London on March 26, 2017. / AFP PHOTO / Adrian DENNIS / NOT FOR MARKETING OR ADVERTISING USE / RESTRICTED TO EDITORIAL USE

 

La loro storia era diventata un simbolo per la lotta contro il cancro.

Purtroppo questa amicizia si è spezzata proprio in questi giorni, poichè il piccolo BRADLEY ci ha lasciato.

Jermain Defoe durante un intervista, ha pianto senza alcuna vergogna alla domanda sul piccolo Bradley e sulla loro amicizia.

Il piccolo era diventato la mascotte. Ricordiamo quando è entrato in campo insieme con la nazionale inglese, e Defoe al suo ritorno in campo con la maglia bianca, ha bagnato il rientro con un bellissimo goal. Bello anche il momento dell’entrata in campo. Bradley non è rimasto davanti al giocatore come tutti gli altri bambini, ma ha dato le spalle al pubblico per restare abbracciato a Defoe tutto il tempo degli inni nazionali.

England's Jermain Defoe with mascot Bradley Lowery during the World Cup Qualifying match at Wembley Stadium, London. PRESS ASSOCIATION Photo. Picture date: Sunday March 26, 2017. See PA story SOCCER England. Photo credit should read: Adam Davy/PA Wire. RESTRICTIONS: Use subject to FA restrictions. Editorial use only. Commercial use only with prior written consent of the FA. No editing except cropping.

England’s Jermain Defoe with mascot Bradley Lowery during the World Cup Qualifying match at Wembley Stadium, London. PRESS ASSOCIATION Photo.

Su Twitter il piccolo Bradley ha anche un account, @bradleysfight, che serve a sponsorizzare una raccolta fondi per curare il suo male.

Jermain Defoe un campione di solidarietà, ed un grande uomo!


IMG_1347

” Addio mio amico, mi mancherai tanto. Mi sento come se Dio mi avesse benedetto portandoti nella mia vita e ho vissuto dei momenti stupendi con te, per questo sono grato. Non dimenticherò mai il modo in cui mi guardavi quando ci siamo incontrati per la prima volta, l’amore genuino in quegli occhi dolcissimi. Faccio veramente fatica a trovare le parole giuste per esprimere cosa significhi per me. Il modo in cui pronunciavi il mio nome, i tuoi sorrisi quando le telecamere uscivano e ti inquadravano come una piccola superstar, l’amore che sentivo quando ero con te. Il tuo coraggio e l’orgoglio continueranno a ispirarmi per il resto dei miei giorni. Non saprai mai quanto mi hai cambiato come persona. Dio ti tiene nelle sue braccia e io ti porterò sempre nel mio cuore. Dormi bene, piccolino. Il mio migliore amico.”

Questa la lettera di Jermain a Bradley.

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale