Connect
To Top

Buona la prima …

a firma di Maurizio Ianuale.

Dopo frizzi e lazzi estivi si fa sul serio..
Si riparte con gli stessi 11 della scorsa stagione e  con i 2 volti nuovi nemmeno in panchina…
Al San Paolo arrivano i francesini d’oltralpe del Nizza, giovanotti in cerca di gloria che  pronti via provano a stanziarsi nella metá campo azzurra, ignari del fatto che il giro palla azzurro può indurre  vertigini e nausee…
Dopo un paio di tagli di Callety di prova, Lollo imbecca Ciruzzo Mertens che fa destro e sinistro e manda al tappeto Cardinale e mostra i muscoli ai malcapitati avversari.
Il Napoli spinge e spreca col parruccone di Dante ultimo baluardo stagionato ma ancora utile a  limitare i danni e contenere il passivo.
1-0 al cambio campo con spavento finale dopo 50 metri palla al piede e tiro al lato di Saint Maxim che in rosa contende  a Dante il titolo di mister belli capelli.

Sarri attende un pó prima di rinunciare al capitano, apparso ancora in rodaggi, e con Zielinsky aumenta il peso offensivo e fioccano le occasioni.
2 legni e tanti goal sprecati di un soffio fin quando Dries e Lorenzo si bevono la difesa come Champagne e Jallet li ferma con le cattive, dentro o fuori poco importa, perché il 2-0 di Jorginho rende giustizia ad una superiorità nettissima.

Zielinsky salta il biondino Koziello in mezzo al campo che a proposito di vertigini, entra a forbice meritando il rosso e determinando pure l’espulsione di Plea accorso in sua difesa e già ammonito.
Nizza in 9, alza bandiera bianca ma impietosisce il Napoli, che con Insigne prima e Milik poi, non chiude la pratica e tiene in vita gli avversari.
Balotelli dirà che non è finita…
In effetti 2 sono pochi…

Buona la prima … la seconda sarà ancora meglio…

foto sito web sscnapoli.it

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale