Connect
To Top

Il Napoli affronta l’esame Atalanta nell’esordio in campionato davanti al proprio pubblico

Lo spettacolo scritto da Maurizio Sarri ed interpretato dai suoi all’Allianz Riviera è ormai in archivio, i sorteggi effettuati ieri a Nyon hanno designato le rivali della fase a gironi di Champions League ma il cammino del Napoli prosegue senza soste e affronta l’ultimo ostacolo prima di lasciare spazio alla sosta per gli impegni delle nazionali. Gli azzurri scendono in campo al San Paolo per affrontare l’Atalanta nel match valevole per la seconda giornata di campionato. Gli orobici scenderanno in campo per provare a conquistare un risultato positivo che riscatti la sconfitta subita dalla Roma nell’incontro di domenica scorsa . Gasperini proverà a riproporre il disegno tattico con il quale ha spesso messo in crisi l’undici partenopei. Il tecnico nerazzurro chiede ai suoi d’impostare l’incontro su livelli d’intensità altissimi per pressare l’avversario fin dalla prima costruzione della sua manovra e divide il campo in dieci coppie che si misurano in altrettanti duelli individuali. Le palle inattive hanno rappresentato, nello scorso torneo, un’arma che Gomez e compagni hanno sfruttato alla grande grazie ai perfetti tempi d’inserimento dei difensori. Indispensabile, per cercare di aggiudicarsi l’intera posta in palio, puntare su una formazione in grado di assicurare un ulteriore incremento al livello della condizione atletica sfoderando la gamba delle occasioni migliori. Assumere il controllo della contesa fin dalle prime battute permetterebbe ai partenopei di indirizzare l’incontro sui binari più congeniali alle loro caratteristiche costringendo i rivali sulla difensiva. Per quanto concerne la formazione Maggio sostituirà lo squalificato Hysaj nel ruolo di esterno difensivo mentre permane Il solito ballottaggio tra Allan e Zielinski per completare il terzetto di centrocampo

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale