Connect
To Top

“Ce vó Milik, ncopp ‘e crosssss”

a firma di Maurizio Ianuale

Al San Paolo per la seconda di campionato arriva da Bergamo la bestia nera del Napoli, squadra ben organizzata che ha perso Caldara in difesa ma ha tenuto il Papu, affidandosi ancora ad una coppia di attaccanti Freuler-Petagna che con tutta onestà appare del tutto inadeguata per pensare di ripetere la stagione scorsa.
Il primo tempo, complice un evidente calo di tensione dovuta alla preparazione anticipata della squadra di Sarri dimostra che la lettura della gara da parte di Gasp è corretta.
Pressing alto, consapevolezza del proprio gioco, cambi campo soprattutto sul Papu e portare a saltare più uomini sulle palle inattive.
Il goal arriva  proprio da angolo con Maggio che si fa anticipare da Cristante che incrocia di testa sul palo lungo.
L’Atalanta comanda il gioco e presidia benissimo tutto il rettangolo di gioco tanto da sembrare di giocare in 13 e con Masiello e Toloi che giganteggiano in difesa.
Napoli contratto e impacciato e sui social va in scena il peggior campionario dell’ovvio e del banale.
REINA ‘ten a cap a Parigi! ‘
Maggio “ten 80 ann! “
“Fa iucà a Rog”…a Diawará”
“, liev a Hamsik, “
“Ce vó Milik, copp e crosssss”
“Ma pecchè nun mett a Ounas, chill Callejon sta accis !!!”
“Amma marcà a uomo!!”
Ma pur” Insign nun sta buon!!”
Insomma per il web ormai in stile circoletto di paese Sarri dovrebbe cambiare mestiere…
Invece il maestro mantiene la calma, consapevole che la squadra è matura e ha in canna colpi da fuoriclasse che in queste partite occorrono come il pane.
Primi minuti che iniziano come si era finito, ma alla prima occasione buona  Piotr indovina proprio  il colpo di genio e spiana la strada alla rimonta.
Sarri toglie il capitano ancora appannato per un ottimo ( risulterà il migliore ) Allan e cambia completamente la gara.
Gli orobici non la vedono più, si squagliano come un ghiacciolo al sole d’estate ed è quasi un gioco da ragazzi la rimonta in pochi minuti con la banda bassotti.
Completa l’opera uno scatenato Rog.
Tornando seri, questa è esattamente la partita che può dare un segnale forte all’ambiente e dare consapevolezza alla squadra.
In panchina c’è un mostro, davanti abbiamo tre fuoriclasse e in mezzo come li metti li metti cambia poco e la qualità resta altissima ( fiducia massima nel recupero del capitano ).
Se ribalti partite così con uno schiocco di dita e con giocate di alta scuola vuol dire che questo gruppo è finalmente pronto per fare il definitivo salto di qualità.
“Ce vó Milik, copp e crosssss” lo sentiremo sempre meno e anche il pubblico al netto dei circoletti farà la sua parte.
Forza Napoli sempre !!!

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in News