Connect
To Top

Una volta era uno sport, oggi solo “vil denaro”!

L’argomento che questi giorni ha rubato la scena al classico calciomercato, con i suoi passaggi di casacca, i mancati attaccamenti alle maglie, con i pseudo tradimenti di qualche giocatore verso una tifoseria (noi a Napoli ne sappiamo qualcosa!), e le accuse ai presidenti, è stato sicuramente l’enorme utilizzo di soldi per le compravendite dei giocatori.

Ritengo che si sia oltrepassato ogni limite!

Il PSG quest’anno si è fatto due “regalini” acquistando Neymar dal Barcellona per 222 milioni e Kilian Mbappe’  dal Monaco per 180 milioni (prestito con diritto di riscatto). Facendo una semplicissima addizione siamo a 402 milioni di euro. Non voglio citare in questa storia, e volutamente, l’Uefa che solo ora si ricorda del FairPlay finanziario: che vergogna (e mi fermo qui).

Dispiace che nessuno abbia saputo consigliare gli sceicchi! Con soli 100 milioni di euro in meno, avrebbero potuto acquistare l’intera rosa del Napoli!!! Assicurandosi una grande squadra!!!

Scusate il mio sarcasmo, ma ritengo che a questo punto di non ritorno, non si possa più parlare di “Sport”, questa è una dimostrazione di forza economica per acquistare potere. Non trovo altre motivazioni.

Per un popolo come quello napoletano, che vive di calcio e amore, questa storia è di una tristezza enorme.

Speriamo si ravvedano tutti gli addetti ai lavori.

Vogliamo ritornare a gustare il calcio come sport con le sue bellissime discussioni da bar che negli anni ci hanno regalato tante belle emozioni.

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale