Connect
To Top

Bologna-Napoli: inizia dal Dall’Ara il primo tour de force stagionale per gli azzurri

Il Napoli riprende la sua corsa in campionato e si prepara ad affrontare il primo tour de force stagionale. Gli azzurri, dopo aver archiviato la miglior partenza nell’era Sarri con quattro vittorie in altrettante partite e la conquista della qualificazione per il secondo anno consecutivo alla fase a gironi della Champions League, disputeranno infatti, tra campionato e coppa, sette partite nei prossimi ventuno giorni. Prima tappa del ciclo terribile la trasferta in programma al Dall’Ara contro il Bologna nel posticipo serale della terza giornata di serie A. L’ultimo precedente in terra emiliana, lo scorso 4 febbraio, ha registrato la roboante vittoria del Napoli che si è imposto con il punteggio di 7-1. Ragionevole ipotizzare che l’allenatore possa attuare qualche variazione nell’undici titolare allo scopo di ottimizzare la gestione delle forze in vista dell’esordio europeo che, mercoledì, vedrà i partenopei impegnati a Leopoli contro lo Shakhtar per la prima giornata del gruppo F. La conquista dell’intera posta in palio rappresenta l’unico risultato utile contro un’avversaria costruita per centrare una tranquilla salvezza; lottare per il vertice non consente di perdere punti preziosi nei confronti contro le cosiddette “piccole”. Indispensabile approcciare il match con la giusta determinazione nel tentativo di sbloccare il risultato fin dall’inizio grazie ad una delle partenze brucianti di cui la squadra si è dimostrata capace in diverse occasioni. Da verificare, per quanto concerne la formazione, le condizioni di Hamsik, elemento cardine della linea mediana fin qui apparso in netto ritardo dal punto di vista atletico, a cui Sarri tende a non rinunciare mai ma che potrebbe, questa volta, lasciare spazio a Zielinski per un provvidenziale turno di riposo che gli permette di presentarsi tirato a lucido contro gli ucraini. Probabile l’impiego di Diawara a centrocampo in luogo di Jorginho mentre si fa strada il ballottaggio tra Milik e Mertens per il ruolo di attaccante centrale. Donadoni dovrà rinunciare all’infortunato Torosidis per la cui sostituzione sono in ballottaggio lo svedese Krafth e Mbaye mentre Donsah sembra in vantaggio per completare la linea mediana nella quale Poli e Taider sono già sicuri di una maglia da titolare. In avanti sembra scontata la conferma del tridente composto da Di Francesco, Destro e Verdi.

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale