Connect
To Top

Caressa liev o’ vin’ a miez….

di Maurizio Ianuale.

Domenica sera Caressa (Fabio Caressa giornalista – marito di Benedetta Parodi), sull’onda emotiva di un Juve – Chievo con Dybala protagonista, dopo che lo era stato  già nientemeno che col Genoa (?!), aveva dedicato un’intera puntata al paragone della joya bianconera (con il n 10)  con il 5 volte pallone d’oro sua maestà la pulga Leo Messi n 10 del Barca.

Già perché il buon Fabio, verosimilmente per ragioni editoriale, deve dar conto al folto pubblico juventino, in studio c’è tale Gianluca Vialli, idolo della curva Sud a strisce, ma considerando l’ora della programmazione  non è da escludere che l’amabile coppia di sky avesse potuto alzare il gomito a tavola  prima di andare in onda.

Ecco quindi che scorrono le immagini di Paulo che lo scorso anno sciorina goal e assist contro Empoli, Udinese e perfino udite udite Palermo e Crotone!!! Caressa strabuzza gli occhi entusiasta delle imprese del nuovo idolo bianconero che in verità al Barcellona 2 goal li fece lo scorso anno e qualche elogio se lo era ragionevolmente meritato.
Ma paragonarlo per un’unica serata di vera gloria,  alla storia e icona del recente passato e della stretta attualità del calcio, appare operazione assai coraggiosa, giornalisticamente azzardata, tale come si diceva da far sorgere seri dubbi sulla sobrietà dei due.

Leo 5 palloni d’oro, 30 anni con una storia ancora da scrivere, palmares infinito e 500 goal a tutti, proprio tutti!! con solo la maglia blaugrana indosso!! Paulo di goal con la juve ne ha fatti 26 ad oggi ….

Paragonare Leo con Paulo è come lanciare un sondaggio fra Belen e la Littizzetto..
Ci vuole coraggio…o un tasso alcolico molto elevato ..
“Caressa liev o’ vin’ a tavl” o perlomeno che sia di qualità….

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale