Connect
To Top

… ed ora … dopo Milik?!

di Ciro Ianuale

Napoli punteggio pieno, volata da record testa a testa con la Juventus che continua! Ma ci risiamo, ricommesso ancora una volta l errore dell anno scorso! Ancora una volta prime vere punte di ruolo assenti in rosa, mentre in altri ruoli c è sempre una soluzione alternativa come quello del portiere: si devono avere sostituti all altezza e pronti! Milik è un ottimo attaccante lo ha ampiamente dimostrato, l anno scorso ci si era affidati completamente al polacco senza avere un sostituto naturale un omologo doppione, una follia ed un rischio enorme corso dal Napoli, poi la rottura ed è così che Sarri ha avuto la grande intuizione di inserire Mertens prima punta, trovata geniale che ha sortito grandissimi risultati, genialata del nostro allenatore sulla quale però si è adagiata la società, ha deciso di affrontare le 3 competizioni con Mertens e Milik per un ruolo senza tenersi una terza prima punta d emergenza. Milik e Mertens sono però due giocatori differenti e danno equilibri diversi alla squadra a seconda di chi gioca, indispensabile averli sempre entrambi. In caso di infortunio di uno dei due non c è alternativa sarebbe stato abbastanza esoso avere due sostituti ma almeno una terza prima punta era indispensabile averla. Immobile o Zapata erano gli uomini giusti ed invece ancora una volta nonostante un grandissimo avvio di campionato perderemo un altra ghiottissima occasione per vincere il tricolore, ancora una volta ci rassegneremo e sposteremo le nostre speranze di scudetto al prossimo anno! Era troppo trattenere Zapata? Il colombiano era felice di far parte del progetto, avrebbe dato un grandissimo contributo in questo momento! Abbiamo preso Inglese: si chi è? Quando arriverà come faremo ad inserirlo negli articolati schemi di Sarri!? Staremo a vedere, incrociamo le dita! Intanto un grande in bocca al lupo ad Arkadius Milik!

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale