Connect
To Top

… ma questi “ senatori” quando se ne vanno?

Quando finiremo di essere ostaggio di questi fantomatici “senatori”?

E’ mai possibile che una squadra nazionale, che dovrebbe rappresentare l’Italia intera, sia ostaggio di un gruppetto di giocatori, non più giovanissimi, che si permettono di parlar male dei più giovani?

Avevano detto che i senatori ci avrebbero portato ai mondiali, invece, come facilmente prevedibile, ci hanno portato a fare una pessima figura in terra svedese.

Ora cercano la soluzione in Insigne  e Jorginho, così alla fine la colpa sarà tutta dei due ragazzi napoletani.

Ho ritenuto di dover scrivere prima della prossima partita della nazionale contro la Svezia, per evitare fraintendimenti. Nella partita di lunedì 13 novembre a Milano contro la Svezia, potremo perdere o potremo vincere, ma comunque il problema resta. Non si può accettare che comandino questi “senatori”. Questa nazionale è lontana dai tanti tifosi di calcio proprio per questo motivo.

L’attenzione, come dicevo, adesso è tutta rivolta ai salvatori della patria con la bacchetta magica: Insigne e Jorginho. I ragazzi, invocati da tutti, mi auguro che non si facciano tirare dentro il pentolone pieno di ………. (lascio a voi tutti intendere).

Il coinvolgimento dei due giocatori partenopei è rischiosissimo. Se si perde il mondiale, saranno riempiti di offese ed attaccati dai senatori, se invece dovessimo vincere saranno incoronati da tutti come i migliori giocatori al mondo!

Ragazzi in bocca al lupo! Sono certo insieme con tutti i tifosi napoletani, che saprete farvi valere nel bene e nel male.

 

foto it.eurosport.com

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale