Connect
To Top

Napoli: “questi fantasmi”

Chiedo scusa al grande Eduardo.

Utilizzo il titolo di una commedia di Eduardo per definire il Napoli di stasera contro la Juve. Voglio però aggiungere anche le prestazioni di quest’ultimo mese. Non è solo la partita di stasera ad essere stata giocata molto, ma molto, sotto tono.

Molti giocatori sono veramente dei fantasmi.

Su tutti Hamsik, che ricopre a pieno titolo il ruolo di capitano dei fantasmi! Non si vede più in campo!!!

Callejon non è più incisivo. Mertens non si vede più. Lorenzo che comincia a dare segni di cedimento anche fisico e muscolare: gravissimo!

Spero si accorgano per tempo del problema!

Colpa di questo disastro, si avete letto bene “disastro”, è tutta di Maurizio Sarri. I cambi li aveva a disposizione in panchina. Invece ha utilizzato sempre gli stessi. Voglio ricordarli: Giaccherini, Rog, Ounas, Zielinsky (utilizzato quasi a mezzo servizio), Diawara (anche lui utilizzato a mezzo servizio), Maksimovic, Chiriches. Forse un altra squadra di tutto rispetto. Giocatori che in qualsiasi altra squadra, avrebbero sicuramente giocato, se non titolari, sicuramente di più.

Stasera non ho mai avuto la percezione, come avvenuto molte altre  volte in passato, di vedere il Napoli rimontare ed anche vincere! Si vedeva in maniera netta e chiara che gli azzurri non sarebbero stati capaci di raddrizzare la  gara.

Non ho capito perché si continuava a scendere sulle fasce per poi crossare al centro, dove il più alto era una gamba di Chiellini. Difatti negli ultimi minuti abbiamo visto Koulibaly fare il centravanti: che pena! Significa non sapere che pesci prendere!

In molti chiedono acquisti nel mercato di riparazione di gennaio.

Bene, d’accordo, ma se poi Sarri li “conserva” gelosamente in panchina, a cosa servono. Io ritengo, scusate ma sono certo, qualsiasi acquisto verrà effettuato a gennaio, non servirà a nulla, perché il mister non li utilizzerà. La storia, ahimè, insegna!

Maurizio Sarri ha praticamente riscritto la commedia “questi fantasmi” con la regia e produzione di De Laurentiis. Il tutto in scena al Teatro San Paolo di Fuorigrotta a Napoli.

A questo punto spero solo che vengano bloccate quanto prima le repliche.

 

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale