Connect
To Top

Un bell’articolo di Anna Trieste

Trovato su Instagram, riportiamo un bel articolo scritto da Anna Trieste sul Mattino di Napoli.

“Ma mettiamoci un attimo nei panni di Cristiano Ronaldo, il calciatore attualmente più forte e più famoso del mondo passato da poco dal Real Madrid alla Juventus. Avrà pensato «vabbè, mo’ vado a Torino, là ci sta gente chic, gente ricca, gente di un certo livello insomma, non come a Napoli che ci stanno i napoletani, la camorra, la disoccupazione e la povertà, qua sono tutti piemontesi, qua avvitano i bulloni!». E invece. Ronaldo arriva a Torino al JMedical Center per sostenere con lo staff bianconero le visite mediche per la sua nuova avventura calcistica e nell’aere riecheggia soltanto un nome: VESUVIO. «Ma io mi chiamo Ronaldo, Cristiano al massimo, chi cazz è mo’ sto Vesuvio?» avrà giustamente pensato in portoghese stretto il neo calciatore juventino. Te lo diciamo noi napoletani, Rona’. Il Vesuvio è un vulcano attivo, capace di eruttare e di esplodere, sotto al quale vive una città metropolitana, Napoli. Avremmo voluto che il benvenuto in Italia i tuoi nuovi tifosi te l’avessero dato diversamente, che ne so, facendoti trovare un bel regalo o un bel coro a te dedicato e non quattro scemi che urlando invitano un vulcano a seppellire tra fuoco e lava i napoletani. Purtroppo però dovrai farci l’abitudine. Questo coro lo sentirai spesso. Come potrai vedere tu stesso, infatti, a Torino sponda Juve quando si festeggia qualcosa Napoli e i napoletani devono sempre essere presenti. Perché è così che si fa con le persone importanti, no?”

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale