Connect
To Top

A Belgrado il Napoli “ha perso!”

Sul campo il risultato è stato 0-0 ma di fatto abbiamo perso!

A distanza di 24 ore dalla partita Stella Rossa – Napoli, a freddo e dopo aver letto ed ascoltato le interviste e le opinioni degli addetti ai lavori, la valutazione sulla prestazione degli azzurri a Belgrado per la prima di Champions, rimane la stessa: pessima prestazione del Napoli!

Abbiamo giocato contro una squadra che in Italia forse potrebbe militare in lega pro.

Una squadra, il Napoli, che spesso è narcisista e con pochissima concretezza.

Zielinsky che arriva da solo davanti alla porta e …… il nulla!

Callejon (anche se in fuorigioco) davanti alla linea di porta invece di appoggiare la palla in rete di testa passa al centro a nessuno, poi successivamente “appoggia” la palla verso la rete per farla prendere sulla linea a Rodic facendogli fare un super figurone.

Ounas che si conferma essere inutile!

Abbiamo finalmente visto effettuare qualche parata da Ospina. Devo confessare che ho tremato in alcune occasioni, visto che fino a ieri aveva subito sei tiri e sei goal, poi sempre inattivo.

In questo grigiore, traversa di Lorenzo Insigne, scheggiatura della traversa su punizione di Mario Rui, e il buon Milik che si danna l’anima e che impensierisce pochissimo lo scarso portiere serbo.

Passaggi e passaggini a volte inutili e sterili. La ricerca spasmodica del “dai e vai” per arrivare davanti o dentro la porta con la palla ma … concretezza zero e Stella Rossa che fa un  figurone facendo sicuramente l’unico punto di questo girone, anzi … forse farà un altro punto: a Napoli nella partita di ritorno.

Contro una squadra che non gioca a calcio (questa è una vergogna per una competizione così prestigiosa ed importante), dovevamo tornare a casa col bottino pieno.

In un girone Champions dove dovremo confrontarci con squadre che giocano al calcio come Liverpool e PSG, mentre noi per il momento non abbiamo identità, ritengo che sia difficilissimo, se non impossibile, riuscire a passare questa prima fase a gironi.

Questi sono i motivi per cui il risultato per la statistica e la storia è zero a zero, ma abbiamo perso: ci siamo sconfitti da soli!

Al mister Carletto Ancelotti restano grossi problemi: sarà difficile anche per uno come lui, bravo, competente, persona per bene e vincente da sempre, riuscire a risolvere i problemi di questo Napoli.

Noi da tifosi, da innamorati della maglia e della città, ti staremo sempre vicino caro mister e avremo pazienza, ma siamo consapevoli che hai un compito arduo e difficile, e siamo consapevoli anche del fatto che non avrai la società dalla tua parte perché purtroppo la SSC Napoli non è una società sullo stile Real, Milan, Chelsea, PSG, Bayern.

Sarai lasciato solo ma noi saremo al tuo fianco: Forza Carletto Ancelotti, Forza Napoli!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Champions League

  • La “rosa” del Napoli e’ tutta competitiva?

    La “panchina” è lunga o corta?La riflessione viene dalla ultima partita disputata in campionato contro il Frosinone al San Paolo.Volutamente ho...

    sergio ciaravolo12 dicembre 2018
  • Liberpool – Napoli: le pagelle.

     di Ciro Ianuale – Partiamo, non dal portiere, ma dai due peggiori in campo, Mario Rui 3,5 é lui il peggiore in...

    Redazione12 dicembre 2018