Connect
To Top

La prossima volta: per ora pazienza!

  di Gianluca Di Lauro –

 Si, proprio la prossima volta sarà quella buona.

Se una banda di teppisti mascherati da tifosi interisti del Varese o del Nizza, assaltano tifosi avversari napoletani e da questi scontri ne esce il morto pazienza, la prossima volta si prenderanno provvedimenti.
Se i provvedimenti della giustizia italiana consistono in semplici daspo allo stadio, pazienza la prossima volta si manderanno in galera.
Se il morto era un soggetto sottoposto a daspo pazienza, la prossima volta si controlleranno tutti quelli sottoposti a tale misura e li si farà restare a casa in occasione di partite.
Se il prefetto ed il questore di Milano dicono che visto gli scontri prima della partita, la stessa non si sarebbe dovuta svolgere, pazienza, la prossima volta non si giocheranno.
Se durante la partita i tifosi di una squadra insultano con cori razzisti giocatori avversari dalla pelle scura o una intera popolazione perché napoletana, pazienza, la prossima volta non lo faranno.
Se durante la suddetta gara si chiede a più riprese la sospensione della partita ad organi della giustizia federale proprio per gli insulti razzisti e questi fanno finta di nulla pazienza, la prossima volta si sospenderà.
Se il giocatore più bersagliato dalla tifoseria avversaria razzista, sbotta improvvisamente e senza ragione applaudisce l’arbitro che finora non lo ha tutelato, ma anzi lo ammonisce per un giusto fallo ma lo butta fuori per una grave offesa personale, pazienza la prossima volta non accadrà e l’arbitro chiuderà un occhio nei confronti delle gravi offese personali subite e lo aprirà per quelle subite dagli altri per novanta minuti.
Se da più parti si invoca la sospensione dei campionati per i gravi fatti accaduti, pazienza, la prossima volta si eviterà che accadano.
Se il presidente di una squadra fa dichiarazioni avventate prima della partita, ma durante la stessa sparisce come di consueto, pazienza, la prossima volta sarà presente, ma muto.
Se la società italiana mostra sempre più inquietanti segnali di insofferenza razzista contro meridionali o stranieri dalla pelle scura, e questi segnali provengono anche dai vertici delle istituzioni pazienza, la prossima volta saranno tutti più tolleranti.
Se il questore o il prefetto, che sono organi dello stato dipendono da un Ministro degli interni che va a spasso con soggetti sottoposti a daspo o tifosi pluripregiudicati che ha fatto del razzismo e della lotta al meridionale e che parla di secessione del Nord contro una Italia padrona, non possono far nulla per he tengono anche alla carriera, pazienza la prossima volta interverranno a spada tratta contro il titolare del Viminale.
Se tutto questo non accadrà mai, pazienza, siamo in Italia !!!!!

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Editoriale

  • … meno 2 e si parte! 🏁

    ⚽️Sabato 24 agosto Napoli – Fiorentina⚽️ Oramai ci siamo, mancano solo due giorni e il campionato di serie A riparte.Gli azzurri prendono...

    sergio ciaravolo22 Agosto 2019
  • Dove eravamo rimasti?

    Giuseppe Bosco 🖋🏐”Dove eravamo rimasti?”🏐Quello scorso, è stato un campionato per certi versi insignificante.La mente di molti Partenopei si è fermata...

    Redattore19 Agosto 2019