Connect
To Top

Napoli – Sampdoria 3 – 0

⚽️22^ di campionato (terza girone ritorno)⚽️

Questa partita probabilmente sarà ricordata più per quello che è stato detto fuori dal campo da Ancelotti, che ha annunciato praticamente la partenza di Hamsik per la Cina, che per la gara stessa.
Dopo la delusione di Coppa Italia, il Napoli da una dimostrazione di forza assoluta, contro una ottima squadra.
Contro squadre che giocano e fanno giocare, tipo Lazio, Samp, Sassuolo etc, il Napoli si esalta, poichè si mettono in mostra le migliori qualità dei nostri giocatori, in grado di giocare palla a terra in velocità e di prima, contra squadre chiuse arroccate in difesa, facciamo molta più fatica perchè ci manca quella fisicità necessaria a centrocampo.
Il Napoli parte bene, buon possesso palla, buon pressing a centrocampo e qualche buona iniziativa soprattutto sulla sinistra dove ci sono Rui e Zielinsky molto ispirati.
In due minuti la pratica è chiusa, apertura geniale di Hamsik per Callejon, cross teso basso e Milik che prende il tempo al difensore non sbaglia.
Un minuto dopo, Insigne triangola con Callejon e batte Audero da fuori area con un tocco preciso rasoterra.
Nei successivi 20 minuti il Napoli controlla agevolmente mantenendo il controllo della gara.
Nella ripresa la Sampdoria crea alcune buone occasioni, in un paio di queste è molto bravo Meret, in un’altra la palla sfiora il palo su tiro del polacco da fuori, ma il Napoli regge senza troppi patemi, anzi negli ultimi 10 minuti, quando anche la Samp era stanca, sfiora il terzo gol con Koulibaly per ben due volte.
Il terzo gol lo segna al 90, Verdi su rigore.
Vittoria importante per il morale e per scacciare gli incubi di Sa Siro.
Tutti sopra la sufficienza, ma in particolare su tutti, Koulibaly, Rui, Zielinsky ed Hamsik, invece appena sufficienti Hysaj, Maksimovic, e Milik che oltre al gol poco ha fatto.
Forza Napoli

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale