Connect
To Top

Calcio d’estate al Franchi

Gianluca Di Lauro ?

 

⚽️ Fiorentina – Napoli 3-4 ⚽️

Erano in palio 3 punti ma sembrava ancora di essere in vacanza.
I Viola partono fortissimi, dopo pochi minuti già in vantaggio con un dubbio rigore, e sulle ali del l’entusiasmo mettono in difficoltà per tutto il primo tempo, almeno fino al pari di Mertens, il Napoli.
I Viola arrivano sempre prima sul pallone, corrono a mille, con molti giovani e debuttanti, mettono in crisi con qualità e velocità i partenopei.
Impressionanti davanti Castrovilli, Vlahovic e Sottil.
Noi soffriamo sulla fasce ed al centro, con Allan sottotono e subito ammonito e Zielinsky troppo timido.
Reggono nel primo tempo i due centrali difensivi, anche se Manolas nelle uscite di piede fa paura.
Per fortuna Mertens tira fuori dal cilindro una prodezza, quella del pareggio, e un tuffo in area, quello del rigore che Insigne trasforma.
Inizio ripresa.
Personalmente mi aspetto un Napoli che chiude la gara senza soffrire più di tanto e invece …….
Pari di testa dei Viola con Milenkovic, prodezza personale ma solita difesa ballerina sui tiri da fermo.
Il Napoli deve ripartire e con una magnifica azione corale porta in rete Callejon, azione da manuale del calcio.
Sembra finita, ma Boateng, appena entrato pareggia da fuori, Koulibaly gli lascia qualche centimetro di troppo, ma la difesa nel complesso non ha la forza e la velocità per aggredire, inoltre il solito Chiesa mette in crisi con i suoi dribbling, mezza difesa da solo.
I partenopei non mollano e con una azione classica alla Napoli, passano con Insigne, sul solito taglio di Callejon.

Che dire, 3 punti preziosissimi su un campo difficilissimo.
I tre tenori alla grande, con Mertens e Callejon un gradino sopra Insigne che fa due gol e due assist, e questo la dice tutta circa la bontà della prestazione in fase offensiva.
Da rivedere in toto la fase difensiva, a partire dai due mediani centrali a finire a tutti i difensori, tra questi il migliore per me Mario Rui!
Forza Napoli sempre

 



 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale