Connect
To Top

I rigori di Fiorentina – Napoli

Cosa dice il nuovo regolamento sui falli di mano.

Il braccio largo di Zielinski ha portato Valeri (al VAR) e Massa (arbitro in campo) a concedere il calcio di rigore alla Fiorentina contro il Napoli. Ecco perché la decisione è stata presa in base al nuovo regolamento.

“Dal primo luglio, anche un pallone che tocca prima una parte del corpo e poi il braccio diventa punibile con una punizione o un calcio di rigore. Condizione necessaria è che il braccio sia largo: nel caso in cui fosse parallelo al busto, non si tratterebbe di un fallo punibile. Inoltre, se il braccio è troppo largo (posizione designata su un invisibile orologio è quella delle 7:20) non c’è pallone ravvicinato che tenga, a meno che non ce lo si giochi addosso da soli.”

Queste le considerazioni che abbiamo trovato sul sito di Gianluca Di Marzio.

C’è anche un altro filone di pensiero invece, che abbiamo trovato leggendo Maurizio Pistocchi: “leggendo le specifiche interpretative relative al fallo di mano, si capisce molto bene perchè quello di Zielinski non è rigore nè ieri e nè oggi.”

L’ex arbitro Marcello Nicchi, ieri alla domenica sportiva, ha dichiarato che in base ai nuovi regolamenti, quello di Zielinski è rigore purtroppo. Anche lui condivideva il fatto che questa nuova regola è “capestra”  e porterà a molte contestazioni.

Discorso diverso invece per il rigore su Mertens. I filmati evidenziano in maniera chiara che Mertens non viene assolutamente toccato.

Il risultato è che gli arbitri della gara, Massa e Valeri saranno fermati mentre per Mertens non ci sarà nessuna condanna disciplinare. Noi aggiungiamo che il folletto belga sarà attenzionato da tutti gli arbitri, e gliela faranno pagare appena sarà possibile!

 



 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale