Connect
To Top

Quando il calcio è crudele ….

Gianluca Di Lauro ? 

 

⚽️ Juve 4 – Napoli 3 ⚽️

 

Chi vince ha sempre ragione, ma a volte chi perde è un gran ……..
Questa sconfitta per me si chiama Carlo Ancelotti.
Un primo tempo regalato ai bianconeri per aver schierato una squadra con un modulo assurdo.
Centrocampo regalato agli avversari e squadra slegata senza ne capo ne coda, senza filtro la difesa balla e senza velocità e intensità i tre attaccanti sono persi.
Nei primi 15 minuti una azione ciascuno con Allan e gran parata di scezny, quindi Ronaldo e parata di Meret.
Poi da un nostro angolo il primo orrore, 3 contro 1 e rete di Danilo appena entrato.
Quindi raddoppio immediato del pipita, con difesa un po’ larga.
Ancora nel primo tempo un errore di kedira ed una traversa dello stesso.
Dominio assoluto dei bianconeri e se si fosse andato sul 4-0 nessuno avrebbe detto nulla.
Ripresa.
Finalmente si cambia modulo, la squadra ha una sua identità ora.
Mario rui per il fantasma Ghoulam e Lozano per un irritante Insigne.
Finalmente si gioca a calcio, ora ci sono due squadre.
Orrore in uscita del Napoli e Ronaldo lasciato solo in area segna il terzo gol.
Partita finita !
E invece…..  quello che non ti aspetti
Orrore difensivo su punizione e Manolas di testa da solo accorcia.
Dopo due minuti Lozano la mette dentro su azione partita dalla sinistra, la Juve trema il Napoli ci crede ed ecco l’incredibile. Altro errore di posizione della difesa bianconera su calcio da fermo e Di Lorenzo pareggia.
Nel secondo tempo altro palo della Juve con Douglas Costa che poi sfiora il gol a due minuti dal termine.
Sembra fatta e invece…….
Nei minuti di recupero autogol di Koulibaly

Che dire …..
Da rivedere un po’ tutto, ma una partita così non si può perdere!
Nel primo tempo voto 3 a tutti nella ripresa bene, soprattutto Mario Rui e Lozano

Forza Napoli


 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale