Connect
To Top

Spal – Napoli 1 – 1

Il Napoli non è all’altezza di approfittare!

Gli azzurri sono stati capaci di far pareggiare la Spal: difesa da schiaffeggiare come minimo! Abbiamo pareggiato contro una squadra penultima in classifica con appena 7 punti. Il Napoli in tre partite di Champions (dove ricordo c’è il Liverpool campione d’Europa), ha fatto 7 punti: quanti ne ha fatti la Spal ad oggi.
Perdono l’occasione di accorciare sulle prime in classifica che hanno pareggiato entrambi: Juve e Inter. Solo l’Atalanta riesce ad approfittare dell’occasione. Ricordo che i bergamaschi saranno i prossimi avversari del Napoli.

Il Napoli oggi non è stato assolutamente tutelato. È stato permesso che ci riempissero di “botte e calci”. La Spal squadra da serie minore, ha pensato solo a rompere il gioco degli azzurri con falli continui.

Ancora una volta pessima prestazione di Malcuit, che sembra non essere interessato al gioco: ma questa estate non era stato ceduto, o qualche club d’oltralpe aveva mostrato interesse? Sarebbe stato meglio fare un po’ di cassa.

Ottimo Ospina che sull’unico intervento di rilievo ha risposto: “pronto”, salvando la porta del Napoli.

Migliore in campo il giovane Di Lorenzo.

Il Napoli ancora una volta non convince e nonostante una pressione continua, addirittura un secondo tempo giocato quasi interamente nella metà campo della Spal, non riesce a finalizzare. Non va bene. Contro squadre così scarse, il Napoli deve sempre portare a casa i tre punti.

Voglio chiudere con una “osservazione”. La nuova regola partita quest’anno sui falli di mano, è stata applicata solo contro il Napoli a Firenze. Ricordo per i più distratti. Zielinsky dopo che il pallone gli rimbalza sul petto, gli rimbalza anche leggermente sul braccio. La nuova regola viene applicata e rigore assegnato alla Fiorentina.
La scorsa partita di campionato Juve-Bologna, il difensore della Juve De Ligt, tocca in area e ferma la palla con il gomito: rigore non assegnato.

Oggi il difensore della Spal tocca in area il pallone con il braccio staccato dal corpo, l’arbitro prima assegna il rigore e poi lo annulla consultando il Var: pazzesco!

Ho citato solo alcuni esempi, ma in poche giornate di campionato fatti ed eventi che non ci “convincono” sono già “troppi”.

Siamo stanchi di dover subire. Squadra che gioca male e non convince appieno, arbitri che non ci tutelano e permettono che le nostre avversarie non giochino al calcio, ma che pensino solo a bastonarci. Regole applicate senza una logica. Rigori a nostro favore non assegnati. Dall’inizio della stagione abbiamo avuto un favore arbitrale che tutti abbiamo sempre riconosciuto (caso Mertens), perché siamo seri, sportivi e fieri di esserlo, ma è arrivato il momento di dire basta  a tutto questo.

Napoli ed i napoletani meritano di più. Pretendiamo che il presidente ci tuteli nelle sedi appropriate e la smetta di parlare ai microfoni dei giornalisti parlando dei calciatori del Napoli. Pensasse ad altro. Pensasse a farsi sentire in federazione. La pazienza è finita!

 



 

 

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale