Connect
To Top

Roma – Napoli 2 – 1

Gianluca Di Lauro ?

 

Sconfitta all’Olimpico, dove il var viene utilizzato ben tre volte in maniera perfetta, dopo le richieste di Adl. Lo avessero fatto sempre…..
A prescindere da questa considerazione provocatoria, oggi abbiamo assistito ad una partita in cui si sono visti tutti i limiti e tutti i pregi di questa squadra.
Siamo scesi in campo in maniera timida ed abbiamo aspettato a centrocampo gli avversari senza ne affondare il colpo e senza rischiare più di tanto, poi la giocata avversaria che coglie impreparata la difesa e gol di Zaniolo.
Neppure il tempo di reagire, ma chissà se il Napoli avrebbe reagito che un var preciso al millimetro assegna un rigore alla Roma.
Meret nega il gol a Kolarove finalmente il Napoli si scrolla di dosso tutte le paure.
Reazione convinta e lucida dei partenopei che in venti minuti creano almeno 6 nitide occasioni gol, salvataggi sulla linea, traversa clamorosa e poi palo, tiri al lato di pochissimo, insomma il Napoli c’è, è vivo e spinge bene.
Ripresa
Il Napoli cala in intensità, la Roma pressa più alto, e ad inizio ripresa altro rigore per ingenuo fallo di mano ancora, di Rui stavolta.
Veretout non sbaglia, la gara sembra chiusa, si rischia l’imbarcata, Zaniolo prende la traversa su tiro da fuori.
Poi lampo di Lozano, che è giocatore e si vede, ma deve giocare per la squadra e non da solo, palla al centro e Milik accorcia le distanze.
Finale convulso ma il risultato non cambia.
Pregi: 25 minuti di gran calcio, con giocate corali e non individuali, con Milik, Insigne, Mertens e Zielinsky
Difetti: mancanza di continuità, le gare durano 90 minuti, difesa spesso in difficoltà, errori anzi orrori individuali sia sui rigori sia durante la gara, Koulibaly ancora deludente, centrocampo in difficoltà sul pressing avversario e poca lucidità in avanti dove su sei occasioni non puoi non metterla dentro.
Forza Napoli sempre

 



 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale