Connect
To Top

Napoli – Inter 1 – 3

La giostra degli errori e degli orrori

 

 

Stasera riuscire a parlare di questa partita è davvero difficile.

Purtroppo, questa sera c’è il tifoso che irrompe prepotentemente nella mia mente, e mi risulta difficile fare una disamina corretta della gara.

Proviamoci!!!

Stasera il Napoli ha dimostrato di essere vivo e questo è molto positivo, considerato anche quello che eravamo stati abituati a vedere nelle gare con il precedente mister.

Una partita che ci ha dato molti spunti. Il Napoli ha tenuto testa ad una squadra compatta e che non a caso è prima in classifica. Un altro spunto che ci ha dato la gara di questa sera, è che gli azzurri sono una squadra da metà classifica, e non possiamo aspirare ad altro.

Un altro spunto di enorme importanza ci è stato dato da Alex Meret. Il ragazzo ha fatto l’ennesimo identico errore. Non ricordo contro quale squadra, ma la papera su tiro di Lukaku fatta da Meret, è la fotocopia di altre identiche, e questo mi preoccupa tantissimo!
Abbiamo controllato il gioco, ma abbiamo sbagliato tanto, e l’Inter non ha fatto nulla. Ha solo aspettato i nostri orrori e ci ha castigato senza mai sbagliare.

Fabian Ruiz lo vuole il Real Madrid? Vendiamolo subito questo mese di gennaio e facciamo cassa. Da troppe gare è inesistente ed ininfluente. Anche il mister lo ha fatto fuori, sostituendolo con Lozano.

Lorenzo Insigne e Piotr Zielinsky hanno sbagliato tantissimo e comincio a chiedermi molto seriamente se non lo fanno di proposito.

Tanta intensità (a tratti), possesso palla, molti tiri verso la porta ma solo un goal fatto e ben tre subiti su tre “enormi errori”.

Continuando a giocare in questo modo non andiamo da nessuna parte!
Ripeto e ribadisco che hanno sicuramente dimostrato di essere vivi, ed anche il sorriso di Insigne, prima dell’ingresso in campo, sono la prova che anche l’aria in casa Napoli è più distesa.

 

Particolare menzione la voglio dedicare ad Arek Milik, che ancora una volta va in rete e si impegna tantissimo. Purtroppo, non viene adeguatamente servito e spesso è costretto a girare a vuoto. L’olandese insieme con Mario Rui, Di Lorenzo, (forse) Allan, sembrano essere gli unici a lottare, combattere, giocare, onorare e rispettare la maglia ed i tifosi.

La prossima partita ci dirà se le impressioni positive (solo quelle positive!), che abbiamo avuto da questa gara, sono giuste. Gattuso dovrebbe avere il coraggio di mettere in panchina quelli che non sono “positivi”.

Noi ce lo auguriamo!

Forza Napoli sempre perché noi amiamo!

 

 

 




0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale