Connect
To Top

Sampdoria – Napoli 0 – 4

… ma che Napoli!

Bravi scugnizzi e bravo Spalletti!

 

 

 

Alla Sampdoria con il 4-4-2, risponde il Napoli con il 4-2-3-1

L’arbitro della gara è Valeri.

Il terreno del Marassi non è in buone condizioni, e questo sappiamo bene che penalizza le squadre con qualità come il Napoli.

Manca il tifo organizzato della Samp, per cui i numerosi tifosi azzurri si fanno  sentire, sembra di essere al Maradona!

Si comincia subito con una grande occasione mancata al sesto minuto da Osimhen, che lanciato da Insigne addirittura da dentro la nostra area di rigore, cavalca il campo in velocità e tira sul portiere in uscita.

Ma al nono minuto Insigne e Osimhen non perdonano, ed è uno a zero. Bisogna dire che la Samp  ha inanellato un errore dietro l’altro su questo goal, ed il portiere Audero ci ha messo la ciliegina.

Al minuto 18 Ospina si fa trovare pronto e vola all’incrocio dei pali per sventare un bel  tiro da fuori area, e sul calcio d’angolo successivo si ripete parando un colpo di testa ravvicinato: ottimo Ospina!

Il Napoli si muove in maniera corale e coinvolge tutta la squadra, con Insigne ed Osimhen che si cercano moltissimo e si rendono continuamente pericolosi.

Minuto 38 su ennesima azione corale di tutta la squadra, gran goal di Fabian Ruiz: due a zero a metà primo tempo. Una azione partita dal Chuki che è irrefrenabile, passaggio al centro area con tocco di Osimhen, poi Insigne che lascia a Fabian Ruiz al limite dell’area, ed è un invito a nozze per lo spagnolo, che dalla sua mattonella preferita, usa il suo sinistro preciso alla destra del portiere doriano.

Comincia il secondo tempo, e dopo pochi minuti Rrahmani è costretto ad uscire per infortunio, al suo posto dentro Manolas.

Minuto 49 e su ennesima azione corale del Napoli, con la partenza dal piede di Anguissa, il Chuki Lozano costruisce l’assist, e Osimhen la mette dentro per la sua doppietta personale: tre a zero!

I napoletani presenti al Marassi si fanno sentire in maniera massiccia, e fanno sentire i nostri ragazzi in campo come fossero a casa a Napoli.

Minuto 59 ed ancora assist di Lozano per Zielinsky, ed è il quarto goal: che Napoli!

Al minuto 67 cominciano le rotazioni: fuori Insigne e Zielinsky, per Politano ed Elmas.

Napoli che nonostante il risultato, continua ad attaccare con possesso palla e accenni di tiki taka: evidente qualità degli azzurri.

Stasera abbiamo giocato contro una buona Sampdoria, e il risultato non era così scontato. I blucerchiati ci hanno anche pressato ed impensierito. Hanno creato anche delle buone occasioni da rete, e sono anche andati in goal con Candreva, ma il Var ha annullato per fuorigioco.

Al minuto 80 arriva il momento di atri cambi: dentro Petagna per Osimhen e Ounas per Lozano, turn over di vitale importanza.

Gli azzurri restano vivi e presenti, senza distrazioni, e portano a casa i meritatissimi tre punti.

A memoria non ricordo un inizio di stagione così dirompente degli azzurri, con cinque vittorie su cinque. Punteggio pieno e testa in solitaria della classifica.

Non si possono muovere critiche a questo Napoli. Non si può dire chi è stato il peggiore in campo stasera, così come è difficile dare la palma del migliore in campo a qualcuno dei nostri ragazzi.

Grande merito al mister Spalletti, che ha fatto rinascere molti azzurri.

Adesso ci aspetta il Cagliari ell’ex Mazzarri domenica al Maradona. Un ostacolo molto ostico. Sarà sicuramente una prova di maturità.

 

Bravi, bravi, bravi tutti!

 



0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Editoriale