Connect
To Top

Napoli – Sampdoria 1 – 0

 

Finalmente un buon Napoli torna a vincere al “Maradona”

“di misura ma meritata!”

 

 

Un altra gara con i giocatori contati. Il Napoli ritrova Spalletti (negativo all’ultimo minuto), e affronta la Samp con il 4-2-3-1 con un formazione ancora una volta inedita. Di contro la Samp entra sul terreno con un 4-4-2. Per il Napoli in panchina anche l’ultimo acquisto Tuanzebe pronto ad entrare.

 

Gli azzurri danno esempio di qualità con un buon tiki taka e tanto possesso. Iniziano forte, ma dopo qualche minuto sembrano fare fatica ad imporsi.

Al 26mo infortunio muscolare per Insigne, ma Lorenzo prova a restare in campo.
27mo Rrahmani arriva da lontano e scarica un ottimo tiro (anche se centrale). verso la porta blucerchiata, che ripiega in calcio d’angolo.

Alla mezz’ora Insigne non ce la fa a continuare e lascia a Politano. Il capitano esce comunque fra gli applausi del Maradona. Il popolo napoletano anche in questo caso da’ dimostrazione (se mai ce ne fosse ancora bisogno), di essere sempre un grande popolo!
La gara degli azzurri sembra migliorare di minuto in minuto, mentre la Sampdoria fa capire di essere venuta a Napoli solo per difendersi alla meno peggio.
Al minuto 35 va in rete Juan Jesus  con colpo di testa, ma il Var dopo quasi due minuti, annulla per piede in fuorigioco di Juan Jesus, che avrebbe meritato il goal.

 

39mo Politano fa la barba la palo. Sicuramente anche Matteo, come Juan Jesus, avrebbe meritato miglior sorte.

Al 43mo è finalmente goal: Petagna in demi-vole’ la mette dentro fra lo stupore dei difensori doriani che sembrano le belle statuine.

Primo tempo si chiude con il risultato di uno a zero ampiamente  strameritato dai nostri ragazzi.

Il secondo tempo la partita non cambia. Al 54mo grande azione in velocità con Petagna, quindi Elmas e Mertens che la mette di poco fuori. Al 64mo ancora una azione in velocità partita dai piedi di Elmas e  poi Demme che la mette nel corridoio a Mertens che si allunga troppo la palla ed il portiere blucerchiato arriva prima.

Il Napoli quindi cala leggermente in velocità e concentrazione, e la stanchezza si fa sentire. Spalletti lo capisce e cambia uno stanco, ma ottimo Demme e un ritrovato Ghoulam per Fabian Ruiz (finalmente di nuovo in campo lo spagnolo), ed il nuovo acquisto Tuanzebe.

La gara non offre più nulla. Solo qualche accenno da parte della Samp, che non ha giocato per una intera gara e sperava di poter raddrizzare il risultato nell’ultimo minuto di partita. Ma gli azzurri non sono mai andati in affanno ed in difficoltà ed hanno gestito egregiamente la partita ed il risultato.

Anche stasera bravi tutti, ma voglio dare la palma di migliore in campo a due ragazzi: Ghoulam ritornato, sembra, quello che conoscevamo, ed a Petagna gara eccellente quella di Andrea! 
Questo Napoli fa ben sperare per il prosieguo di questo mese di gennaio. Come ho già avuto modo di affermare in altre occasioni, al rientro dei ragazzi dalla coppa d’Africa e dei ragazzi dall’infermeria (Covid ed infortuni), un Napoli così forte sarà difficile da fermare.

Sono fiducioso, e sono sicuro che a febbraio voleremo alto!!!

Forza scugnizzi

 

 



 

Nella foto due uomini della nostra terra. Da una parte Fabio Quagliarella un vero uomo, dall’altra Lorenzo Insigne un uomo molto, molto, molto, ma molto piccolo!!!
Peccato … sarebbe stato meglio rimanere piccolo, ma di statura!

 

 




 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in Editoriale